Metalitalia

Voir le sujet précédent Voir le sujet suivant Aller en bas

Metalitalia

Message  Alexis le Lun 16 Aoû - 23:19

http://www.metalitalia.com/cds/view.php?cd_pk=9044

Ci avevano letteralmente sorpreso e stordito due anni fa tramite lo schizzatissimo debutto “2 Unlimited”, avant-garde metal a 360 gradi e oltre: i francesi Pin-Up Went Down tornano ora in pista con il secondo album “342”, disco che li vede cresciuti – anche di numero, visto che al polistrumentista Alexis Damien e alla vocalist Asphodel si è ora aggiunto al piano il fratello di lui, Nicolas – maturati e moderati, tramite un songwriting sempre imprevedibile e ultra-coraggioso ma che dà anche l’impressione di essersi un po’ più inquadrato ed in un certo senso limitato nelle scorribande fra generi opposti. Eppure resta ardua impresa descrivere a parole l’impianto sonoro dei Pin-Up Went Down ed il loro indirizzo concettuale: con buone dosi di ironia e sarcasmo – titoli come “Vaginaal Nathrakh” e “Murphy In The Sky With Daemons” la dicono lunga – tanta classe e qualità e spennellate di fantasia ovunque, i transalpini presentano un collage di song che ancora una volta spazia dal death metal tecnico-brutale alla composizione a cappella, dal pop jazzato alle electro-filastrocche per bambini. Fulcro di tutto ciò è naturalmente la voce di Asphodel, ancor più che le capacità compositive di Damien, in quanto, terminato l’effetto sorpresa del primo lavoro, viene automatico concentrarsi di più nel seguire le evoluzioni vocali della singer, novella Tori Amos nelle fantastiche “Home” ed “Escargot”, istrionica all’eccesso nella maggior parte della restante tracklist e completamente fuori di mela quando va ad impersonare bimbette impertinenti di quattro anni, oppure quando ci delizia, in “Essence Of I”, con un canto che sinceramente non sappiamo se definire di origine sarda o africana (!!). Si va abbondantemente fuori dai contesti metal con “342” e certamente servono coraggio e apertura abnormi per cimentarsi nel suo ascolto, anche perché va sottolineato come i Pin-Up Went Down se la cavino meglio durante gli episodi meno metallici e più emozionali. Un lavoro, peraltro come fu l’esordio, da assimilare con pazienza e attenzione, lasciandolo fluire così come viene ascolto dopo ascolto e senza lasciarsi fuorviare dalla spiazzante prima impressione. Per gente genuinamente disturbata.
avatar
Alexis
Admin

Masculin
Nombre de messages : 431
Age : 38
Date d'inscription : 20/01/2008

Voir le profil de l'utilisateur http://pinupwentdown.your-talk.com

Revenir en haut Aller en bas

Voir le sujet précédent Voir le sujet suivant Revenir en haut


 
Permission de ce forum:
Vous ne pouvez pas répondre aux sujets dans ce forum